Burger King si veste per Halloween da Fantasma del Mcdonald

By Ottobre 29, 2019guerilla marketing

Burger king Halloween: dolcetto, scherzetto o… hamburger?

Per l’industria dei fast food, è difficile avere prodotti di innovazione tecnologica in grado di spezzare con il panorama competitivo circostante e di rompere gli schemi del mercato.
Lo spazio che l’industria del fast food può sviluppare, in termini di segmentazione del mercato, si muove principalmente su due piani: il prezzo, che comprende promozioni e offerte stagionali sui menù, e il guerrilla marketing, che offre infiniti scenari e ampi margini di guadagno (se fatto bene, ovviamente).

Il palcoscenico/ring più iconico del guerrilla marketing- paragonabile per grandezza e clamore allo scontro fra i titani Coca-Cola e Pepsi- è quello che vede protagonisti Mc Donald e Burger King, che da anni ci regalano uno dei dissing più gustosi nel campo dell’ unconventional marketing.
Negli anni ’60, momento in cui le due catene esplodono per numeri di produzione e espansione, la rivalità è asprissima e viene giocata in una battaglia a scacchi dove vincono strategie incentrate su centesimi e centimetri. Adesso non è più una questione di dimensioni, ma di testa: la partita si gioca con sarcasmo e ironia, attraverso campagne di pubblicità comparativa studiate con precisione che passando dall’offline, approdano con prepotenza su tutti i social più utilizzati.

Cosa ha fatto Burger King per Halloween?

È successo qualche anno fa, ma rimane un evento memorabile. Un ristorante della catena Burger King, nel quartiere Rego Park di New York City ha celebrato la festività spettrale vestendosi come il fantasma di McDonald’s, completo di una coperta bianca con fori per gli occhi ritagliati, con su la scritta “McDonald’s”, fatta rozzamente con una bomboletta spray nera.

“BOOOOO! -recita così il cartello fuori dal ristorante- Just kidding. We still flame-grill our burgers. Happy Halloween.” Che tradotto significa: “Stavamo scherzando. Cuciniamo ancora alla brace i nostri hamburger. Felice Halloween.”
Nulla di nuovo, l’ennesima, divertente, dissacratoria, ma soprattutto originale, provocazione del Burger King nei confronti di Mc Donald.

E si scatenano gli utenti dei social, che su facebook, instagram e twitter esclamano “Questo Burger King travestito da fantasma di McDonald è una delle cose più belle che abbia mai visto 💀 “

“Per un momento ho avuto seriamente paura che Mc Donald avesse preso il posto di Burger King”

Mica male come reazioni.

Burger King vs. McDonald: statistiche e numeri

Le statistiche statunitensi indicano che le vendite dei negozi di Burger King sono aumentate di circa il 7% nel secondo trimestre dell’anno. Invece, le vendite di McDonald sono diminuite del 2% nell’ultimo trimestre dell’anno di riferimento alla campagna.
Questi numeri spiegano concretamente ciò che appare lapalissiano: tutto ciò che Burger King ha fatto durante questa campagna di guerrilla marketing, ha portato dei risultati sorprendenti.

La provocazione non si è fermata solo alla decorazione fantasmagorica dell’esterno del locale, il team di Burger King ha distribuito hamburger in contenitori “travestiti” da scatole di fantasmi di McDonald.

Burger King ha pubblicato anche un video per sfoggiare lo spiritoso costume di Burger King Halloween, ponendo le basi per amichevoli rivalità esilaranti.

McDonald non ha tardato per dire la sua:

“Chi non vorrebbe mascherarsi da McDonald per Halloween quando serviamo prelibatezze come: le bevande del McCafé, le torte di mele e le nostre patatine di fama mondiale”, ha detto Terri Hickey, portavoce di McDonald, in una nota inviata via email a The Huffington Post.

Ci chiediamo quest’anno chi sarà il più pazzo fra i maggiori player dell’unconventional marketing per Halloween. Non vediamo l’ora di scoprirlo.

Leave a Reply