Category

Instagram

10tips-grafica-social-media-c3buzz.

Social media: come creare post vincenti? 10 Tips di progettazione grafica per i tuoi social media. Pt. 1

By | content strategy, Instagram, marketing & more | No Comments

Ti sei sempre chiesto come creare post vincenti sui social media? Ecco per te una guida completa di 10 Tips di progettazione grafica per i tuoi social media. (parte 1)

1.Trova il tuo obiettivo

 

Il primo e il più importante dei suggerimenti di progettazione grafica sui social media quando si creano contenuti sui social media è avere ben a fuoco un obiettivo definito.
L’impostazione di un obiettivo sarà la base nella creazione del design per i tuoi contenuti sui social media. Avere un obiettivo non solo aiuterà il tuo design per i contenuti dei social media, ma ti permetterà anche di raccontare il tuo messaggio visivamente.
Inizia ponendoti alcune domande:

Qual è il mio scopo per questo post?

Sto cercando di aumentare le vendite?

Voglio aumentare il traffico sul mio sito web?

Sto cercando di aumentare il coinvolgimento sulla mia pagina?

Mentre fai queste domande, tieni a mente il tuo pubblico di destinazione. Assicurati di sapere chi è il tuo pubblico. Ricerca i tuoi concorrenti e il tuo pubblico di destinazione ideale. Di seguito sono riportati alcuni punti di ricerca da considerare quando ti rivolgi al tuo pubblico, per valorizzare la tua brand identity:

Loro chi sono?

Quali piattaforme usano?

Sono utenti desktop o utenti di telefoni cellulari?

Quale messaggio voglio trasmettere?

Come voglio che si sentano i miei spettatori e cosa voglio che facciano al riguardo?

Cosa stanno apprezzando / chi stanno seguendo?

Dove vanno per passare il tempo?

Una volta che conosci il tuo pubblico, a chi vuoi rivolgerti e lo scopo del tuo post, avrai il tuo obiettivo. Il tuo “PERCHÉ” per creare la tua grafica per social media è il primo e più importante passo di questo intero processo. Tutto ciò che verrà dopo sarà scelto per riflettere questo obiettivo.

 

È anche bene notare che mentre gli obiettivi sono importanti, troppi obiettivi possono causare un’immagine confusa e poco chiara. Troppo testo, immagini o caratteri possono spegnere istantaneamente il tuo pubblico. Quindi ora che abbiamo il primo dei suggerimenti per la progettazione grafica, passiamo al colore.

2. La scelta del colore

Il colore è uno degli aspetti più importanti di qualsiasi design.  Con ogni colore che ha un significato e una psicologia dietro, trovare uno schema di colori che trasmetta l’emozione che desideri associare al tuo pubblico o al tuo marchio, aiuterà a stabilire coerenza e a far sì che il tuo pubblico ti riconosca nel tempo.

Quindi cosa rappresenta il tuo marchio? È divertente, consolidato, affidabile, ecc.? Vuoi scegliere colori che riflettano ciò che rappresenta il tuo marchio e puoi farlo iniziando con due o tre colori principali. Trovare il tuo tema colore è fondamentale per il successo di un design. Ricordi quell’obiettivo che hai appena scoperto? Sapere bene che sarà utile quando si utilizzano i colori nei contenuti dei social media in quanto ciò guiderà il pubblico attraverso la storia.

Il colore è fondamentale anche per creare contrasto ed equilibrio nella grafica dei tuoi social media. Sii consapevole di come determinate tonalità o abbinamenti influenzano la percezione di qualcuno. Evitare combinazioni di colori scomode da vedere aiuterà il tuo marchio a lungo termine.

Dopo aver scelto la combinazione di colori, assicurati di utilizzare gli stessi colori in tutti i tuoi post. Annota i codici esadecimali in modo da avere il colore esatto. L’ultima cosa che vuoi è avere i tuoi post di una sfumatura o due (a meno che non sia intenzionale, cioè monocromatico). Puoi trovare il colore esatto di un’immagine utilizzando qualsiasi strumento di selezione dei colori, che ti darà un codice a sei cifre che identifica un colore esatto sulla ruota dei colori.

Il colore gioca un ruolo importante nell’output finale della progettazione grafica complessiva dei social media. Come accennato in precedenza, il colore influenza la psicologia, le emozioni e le reazioni di una persona a un disegno. Quindi è importante scegliere il giusto tipo di combinazione di colori che creerà il giusto tipo di reazioni dal tuo pubblico.

3. Testo: content is the king!

Da non confondere con la tipografia (di cui parleremo fra pochissimo). Il testo è una sequenza di parole mentre la tipografia è la componente visiva della parola scritta. Ora che abbiamo spiegato ciò, entriamo nel motivo per cui il testo è importante.

Sappiamo che le parole sono potenti e alcuni buoni consigli per la progettazione grafica da tenere a mente sono che troppe parole su un’immagine possono creare l’effetto opposto a quello desiderato e confondere il tuo  pubblico. L’ultima cosa che vuoi è che il tuo pubblico si senta sopraffatto. Che tu stia creando un’immagine per Instagram o Facebook, prova a limitare il testo a una o due righe.

Lo scopo della grafica dei social media è trasmettere il tuo messaggio nel modo più semplice possibile. Uno dei buoni consigli di progettazione grafica più trascurati è assicurarsi che il testo sia facile da leggere.

Molto probabilmente una grande parte dei tuoi contenuti verrà sgranocchiata su un dispositivo mobile. Tienilo a mente quando scegli la dimensione del carattere. La leggibilità del testo dipende in gran parte dal colore e dalle dimensioni. Tornando al colore, è bene utilizzare un font di colore chiaro con uno sfondo scuro e viceversa. È meglio usare il contrasto per far risaltare il testo, ma ne parleremo più avanti.

 4. Tipografia portami via

È ovvio che la tipografia è un’arte in sé. Selezionare il font perfetto per essere allineato con le immagini può essere difficile, ma se fatto bene può dare vita alla tua grafica! Come la tua tavolozza di colori, la scelta di un carattere dovrebbe riflettere la personalità del tuo marchio. Non esagerare: hai solo bisogno di due o tre caratteri al massimo. Più di questo, il tuo pubblico potrebbe distrarsi e il tuo messaggio andrà perso. E non avranno un carattere con cui ricordarti. Vuoi che i tuoi clienti possano vedere un’immagine e sapere che è tua anche se il tuo logo non è su di essa.

Quando scegli il tuo font, assicurati che proietti il ​​tuo messaggio e rifletta il tuo marchio. Il tuo carattere ha un impatto su come viene interpretato il tuo design e sul messaggio che il tuo marchio invia. Simile al colore, la tipografia può proiettare stati d’animo ed emozioni e talvolta anche più potente della copia. Quindi scegli saggiamente quando scegli un carattere, fornirà il tuo tono.

Alcuni suggerimenti per la progettazione grafica da tenere a mente quando si utilizzano i caratteri:

I caratteri serif sono i migliori per la stampa

Sans-serif è una scommessa per il web

Limita il tuo design a un massimo di 3 caratteri

 

Quando decidi più di un carattere, abbina i caratteri con un contrasto elevato. I caratteri si bilanciano a vicenda mentre continuano a creare quel “POP” extra! Assicurati di non utilizzare troppi caratteri poiché l’occhio trova difficile scansionare più caratteri. Utilizza invece un carattere che abbia una selezione di versioni, come corsivo, grassetto, condensato, ecc.
La disposizione dei caratteri per rendere il testo leggibile e più accattivante è fondamentale quando si creano contenuti sui social media. Sia che tu scelga un carattere sans-serif o serif, assicurati che il tuo pubblico possa finalmente leggere il tuo messaggio.

5. Buon contrasto

Se non l’hai ancora sentito, lo spazio negativo (noto anche come spazio bianco) è un ottimo modo per far risaltare la tua immagine. Il contrasto attira l’attenzione e può essere applicato con caratteri, colori, allineamento, dimensioni e altro.

Come puoi contrastare un’immagine? Un modo semplice per implementare il contrasto nel tuo progetto grafico è attraverso l’uso dei colori.
Anche il testo è una parte importante del contrasto. La scelta di dimensioni del testo che contrastino bene, come accennato in precedenza, contribuirà a far risaltare la grafica. La creazione di un design fluido circondando le parole con uno spazio bianco consentirà agli elementi di respirare. L’uso dello spazio attorno a testo, forme e altri elementi renderà il tuo design più facile da leggere e attirerà anche più attenzione di un design disordinato.

Una buona regola pratica è che se hai uno sfondo di colore chiaro, dovresti usare un carattere scuro (e viceversa).

Stay tuned per la seconda parte della guida!

Nano influencer: scopri tutto su come guadagnare su instagram

By | Instagram

Gli influencer, negli ultimi anni, hanno cambiato il modo di vedere, ma soprattutto, di fare marketing. Se prima era considerato impensabile guadagnare attraverso le proprie foto su instagram, vip e celebrities ne hanno fatto il loro pane quotidiano. Adesso esistono scuole di pensiero a riguardo, libri con practices e case studies di successo e addirittura corsi all’università sull’argomento. Fin qui, nulla di nuovo, ma…

Nano influencer, chi sono?

In realtà non sono influencer con una statura poco rilevante, sono invece tutti quegli utenti, quelle persone comuni, che pubblicano contenuti sui loro profili generando engagement a volte superiori delle star. Com’è possibile tutto questo? Occorre fare una piccola introduzione per capire di che numeri stiamo parlando. Nel mondo di instagram, è possibile distinguere una classe gerarchica degli utenti che lo popolano, suddivisa in questo modo:

Mega Influencer, con più di un milione di followers

Macro Influencer, dai 500.000 a 1 milione di followers

Mid-tier Influencer, dai 50.000 ai 500.000 followers

Micro Influencer, dai 10.000 ai 50.000 followers

Nano Influencer, dai 1.000 ai 10.000 followers

 

Il fatto di appartenere ad una community di persone più ristretta, consente ai Brand di individuare persone che possano parlare in maniera vera, genuina a una nicchia circoscritta, ma soprattutto, il numero non spropositato della community in questione, consente l’instaurarsi di un rapporto reale fra il brand e i follower. Vediamo per punti in che modo, i nano influencer, sono diventati protagonisti nel business di instagram.

Doti persuasive nano influencer

Rispetto a Ferragni, tutte le ragazze della Kardashian’s family, cantanti, modelle e calciatori, i nano-o micro-influencer, sono in grado di creare rapporti di fiducia con i loro follower perché la loro opinione è vista alla pari di un consiglio di un amico. Un consiglio di un amico può essere molto più persuasivo rispetto a un post pubblicitario di una persona famosa sì, ma diametralmente distante dalle nostre vite. L’azione di consigliare un prodotto, dunque, viene intesa come spontanea, spronando naturalmente all’acquisto di quel prodotto. Il tutto si traduce in un più elevato tasso di conversione, obiettivo primario dell’azienda committente.

Alto grado di Engagement

Il tasso di engagement, per questi motivi, è molto alto: secondo i primi dati raccolti raggiunge in questi casi l’8,7% dei followers, contro l’1,7% delle varie Ferragni del caso, con oltre un milione di followers. L’audience di riferimento è certamente minore, ma molto specifica, e nella maggior parte dei casi, in target con il profilo.

Creazione di contenuti unici

Alcuni account dei micro-infuencer sono dei veri capolavori: curati, originali, con un je ne sais qua che li rende unici. I brand studiano quali di questi profili possano essere coerenti con il loro prodotto, subito poco propongo ai proprietari di sponsorizzarlo, lasciando quasi sempre la totale libertà di creare il post senza linee guida precise, che andrebbero altrimenti ad intaccare quell’unicità genuina tanto bramata e ormai sempre meno presente nel nostro caro mondo digitale. Questo tipo di marketing, ha una forte influenza fra le nicchie di mercato, segmenti che si condizionano a vicenda e generando, attraverso semplici condivisioni, numeri tangibili di vendite.

Costi ridotti per il Brand

Con un investimento minimo, il Brand che sceglie un nano-influencer può davvero riscontrare risultati importanti. Solitamente, un Brand che si affida a influencer da 100mila follower in su, spende per ogni post su instagram dai 1000 ai 2500 dollari. Per i profili mega, con milioni di seguaci, le cifre cambiano e partono da 50.000 mila dollari per singolo post, fino ad arrivare a numeri sconvolgenti che noi comuni mortali non siamo tenuti a sapere.
Per un nano influencer pubblicizzare un prodotto, nella stragrande dei casi, non è un vero e proprio lavoro, poiché consiste in uno scambio equo: io ti regalo il prodotto, tu lo indossi-nel caso di un capo di abbigliamento-lo pubblicizzi in maniera naturale alla tua nicchia, e tutti sono contenti. I nano influencer lo fanno perché amano realmente quello specifico prodotto o perché il solo fatto di dire ai propri seguaci di essere stati contattati da un’azienda li gratifica e li fa sentire importanti. I brand e le aziende, invece, possono davvero ricavare profitti da questa nuova frontiera del marketing lowcost.