Category

marketing & more

10tips-grafica-social-media-c3buzz.

Social media: come creare post vincenti? 10 Tips di progettazione grafica per i tuoi social media. Pt. 1

By | content strategy, Instagram, marketing & more | No Comments

Ti sei sempre chiesto come creare post vincenti sui social media? Ecco per te una guida completa di 10 Tips di progettazione grafica per i tuoi social media. (parte 1)

1.Trova il tuo obiettivo

 

Il primo e il più importante dei suggerimenti di progettazione grafica sui social media quando si creano contenuti sui social media è avere ben a fuoco un obiettivo definito.
L’impostazione di un obiettivo sarà la base nella creazione del design per i tuoi contenuti sui social media. Avere un obiettivo non solo aiuterà il tuo design per i contenuti dei social media, ma ti permetterà anche di raccontare il tuo messaggio visivamente.
Inizia ponendoti alcune domande:

Qual è il mio scopo per questo post?

Sto cercando di aumentare le vendite?

Voglio aumentare il traffico sul mio sito web?

Sto cercando di aumentare il coinvolgimento sulla mia pagina?

Mentre fai queste domande, tieni a mente il tuo pubblico di destinazione. Assicurati di sapere chi è il tuo pubblico. Ricerca i tuoi concorrenti e il tuo pubblico di destinazione ideale. Di seguito sono riportati alcuni punti di ricerca da considerare quando ti rivolgi al tuo pubblico, per valorizzare la tua brand identity:

Loro chi sono?

Quali piattaforme usano?

Sono utenti desktop o utenti di telefoni cellulari?

Quale messaggio voglio trasmettere?

Come voglio che si sentano i miei spettatori e cosa voglio che facciano al riguardo?

Cosa stanno apprezzando / chi stanno seguendo?

Dove vanno per passare il tempo?

Una volta che conosci il tuo pubblico, a chi vuoi rivolgerti e lo scopo del tuo post, avrai il tuo obiettivo. Il tuo “PERCHÉ” per creare la tua grafica per social media è il primo e più importante passo di questo intero processo. Tutto ciò che verrà dopo sarà scelto per riflettere questo obiettivo.

 

È anche bene notare che mentre gli obiettivi sono importanti, troppi obiettivi possono causare un’immagine confusa e poco chiara. Troppo testo, immagini o caratteri possono spegnere istantaneamente il tuo pubblico. Quindi ora che abbiamo il primo dei suggerimenti per la progettazione grafica, passiamo al colore.

2. La scelta del colore

Il colore è uno degli aspetti più importanti di qualsiasi design.  Con ogni colore che ha un significato e una psicologia dietro, trovare uno schema di colori che trasmetta l’emozione che desideri associare al tuo pubblico o al tuo marchio, aiuterà a stabilire coerenza e a far sì che il tuo pubblico ti riconosca nel tempo.

Quindi cosa rappresenta il tuo marchio? È divertente, consolidato, affidabile, ecc.? Vuoi scegliere colori che riflettano ciò che rappresenta il tuo marchio e puoi farlo iniziando con due o tre colori principali. Trovare il tuo tema colore è fondamentale per il successo di un design. Ricordi quell’obiettivo che hai appena scoperto? Sapere bene che sarà utile quando si utilizzano i colori nei contenuti dei social media in quanto ciò guiderà il pubblico attraverso la storia.

Il colore è fondamentale anche per creare contrasto ed equilibrio nella grafica dei tuoi social media. Sii consapevole di come determinate tonalità o abbinamenti influenzano la percezione di qualcuno. Evitare combinazioni di colori scomode da vedere aiuterà il tuo marchio a lungo termine.

Dopo aver scelto la combinazione di colori, assicurati di utilizzare gli stessi colori in tutti i tuoi post. Annota i codici esadecimali in modo da avere il colore esatto. L’ultima cosa che vuoi è avere i tuoi post di una sfumatura o due (a meno che non sia intenzionale, cioè monocromatico). Puoi trovare il colore esatto di un’immagine utilizzando qualsiasi strumento di selezione dei colori, che ti darà un codice a sei cifre che identifica un colore esatto sulla ruota dei colori.

Il colore gioca un ruolo importante nell’output finale della progettazione grafica complessiva dei social media. Come accennato in precedenza, il colore influenza la psicologia, le emozioni e le reazioni di una persona a un disegno. Quindi è importante scegliere il giusto tipo di combinazione di colori che creerà il giusto tipo di reazioni dal tuo pubblico.

3. Testo: content is the king!

Da non confondere con la tipografia (di cui parleremo fra pochissimo). Il testo è una sequenza di parole mentre la tipografia è la componente visiva della parola scritta. Ora che abbiamo spiegato ciò, entriamo nel motivo per cui il testo è importante.

Sappiamo che le parole sono potenti e alcuni buoni consigli per la progettazione grafica da tenere a mente sono che troppe parole su un’immagine possono creare l’effetto opposto a quello desiderato e confondere il tuo  pubblico. L’ultima cosa che vuoi è che il tuo pubblico si senta sopraffatto. Che tu stia creando un’immagine per Instagram o Facebook, prova a limitare il testo a una o due righe.

Lo scopo della grafica dei social media è trasmettere il tuo messaggio nel modo più semplice possibile. Uno dei buoni consigli di progettazione grafica più trascurati è assicurarsi che il testo sia facile da leggere.

Molto probabilmente una grande parte dei tuoi contenuti verrà sgranocchiata su un dispositivo mobile. Tienilo a mente quando scegli la dimensione del carattere. La leggibilità del testo dipende in gran parte dal colore e dalle dimensioni. Tornando al colore, è bene utilizzare un font di colore chiaro con uno sfondo scuro e viceversa. È meglio usare il contrasto per far risaltare il testo, ma ne parleremo più avanti.

 4. Tipografia portami via

È ovvio che la tipografia è un’arte in sé. Selezionare il font perfetto per essere allineato con le immagini può essere difficile, ma se fatto bene può dare vita alla tua grafica! Come la tua tavolozza di colori, la scelta di un carattere dovrebbe riflettere la personalità del tuo marchio. Non esagerare: hai solo bisogno di due o tre caratteri al massimo. Più di questo, il tuo pubblico potrebbe distrarsi e il tuo messaggio andrà perso. E non avranno un carattere con cui ricordarti. Vuoi che i tuoi clienti possano vedere un’immagine e sapere che è tua anche se il tuo logo non è su di essa.

Quando scegli il tuo font, assicurati che proietti il ​​tuo messaggio e rifletta il tuo marchio. Il tuo carattere ha un impatto su come viene interpretato il tuo design e sul messaggio che il tuo marchio invia. Simile al colore, la tipografia può proiettare stati d’animo ed emozioni e talvolta anche più potente della copia. Quindi scegli saggiamente quando scegli un carattere, fornirà il tuo tono.

Alcuni suggerimenti per la progettazione grafica da tenere a mente quando si utilizzano i caratteri:

I caratteri serif sono i migliori per la stampa

Sans-serif è una scommessa per il web

Limita il tuo design a un massimo di 3 caratteri

 

Quando decidi più di un carattere, abbina i caratteri con un contrasto elevato. I caratteri si bilanciano a vicenda mentre continuano a creare quel “POP” extra! Assicurati di non utilizzare troppi caratteri poiché l’occhio trova difficile scansionare più caratteri. Utilizza invece un carattere che abbia una selezione di versioni, come corsivo, grassetto, condensato, ecc.
La disposizione dei caratteri per rendere il testo leggibile e più accattivante è fondamentale quando si creano contenuti sui social media. Sia che tu scelga un carattere sans-serif o serif, assicurati che il tuo pubblico possa finalmente leggere il tuo messaggio.

5. Buon contrasto

Se non l’hai ancora sentito, lo spazio negativo (noto anche come spazio bianco) è un ottimo modo per far risaltare la tua immagine. Il contrasto attira l’attenzione e può essere applicato con caratteri, colori, allineamento, dimensioni e altro.

Come puoi contrastare un’immagine? Un modo semplice per implementare il contrasto nel tuo progetto grafico è attraverso l’uso dei colori.
Anche il testo è una parte importante del contrasto. La scelta di dimensioni del testo che contrastino bene, come accennato in precedenza, contribuirà a far risaltare la grafica. La creazione di un design fluido circondando le parole con uno spazio bianco consentirà agli elementi di respirare. L’uso dello spazio attorno a testo, forme e altri elementi renderà il tuo design più facile da leggere e attirerà anche più attenzione di un design disordinato.

Una buona regola pratica è che se hai uno sfondo di colore chiaro, dovresti usare un carattere scuro (e viceversa).

Stay tuned per la seconda parte della guida!

tik-tok-ads

Come guadagnare su Tik Tok? Scopri Tik Tok Ads!

By | marketing & more

Tik Tok è l’app più scaricata nel 2020 al mondo, oltre a essere il social più innovativo degli ultimi tempi. Abbiamo già raccontato in questo articolo come funziona tik tok, oggi invece, vogliamo focalizzarci sulla parte economica, perché, ebbene sì, con Tik Tok ADS è possibile creare annunci a pagamento di diverse nature e tipologia.

Perché scegliere tik tok per i propri annunci?

I motivi sono molteplici, e non fermiamoci all’evidenza dei 2 milioni di utenti-che comunque fanno comodo in quanto visibilità- la riflessione parte dall’essenza del social e dall’algoritimo.

Tik tok è il social del futuro, ma anche del presente ormai, perché apre la strada a una nuova modalità di condivisione e di permanenza su un social, ma prima un’importante differenza:

su tik tok non è necessario avere un profilo con dei contenuti, un diario come facebook per intenderci, basta avere un indirizzo mail per iniziare l’esperienza sul social.

Questo fa sì che gli utenti si dividono in due macro categorie:

-chi fa i video;

-chi li guarda e basta.

Fatta questa veloce distinzione, torniamo alle modalità: tik tok è un social che propone come contenuti esclusivamente dei video. Altro elemento nuovo e di stacco rispetto a instagram, facebook e compagnia bella.

Come funziona l’algoritmo di tik tok?

L’algoritmo di tik tok è intelligentissimo, riesce a targhetizzare i contenuti da proporre in base a variabili come:

 

  1. permanenza in secondi sui video;
  2. swipe da un video all’altro;
  3. tipologie di video preferiti rispetto ad altre;
  4. digitazioni sullo schermo;
  5. interessi, interazioni e like.

 

Tralasciando le interazioni e i like, alcuni di questi criteri di targhetizzazione e proposta contenuti sono davvero diabolici.

Un’altra caratteristica fondamentale è quelle di proporre all’utente contenuti sempre nuovi, che esulano appunto dai seguiti e dai like, tik tok propone contenuti di varia natura tastando il terreno e a volte facendo nascere interessi nuovi negli utenti.

 

Come funziona Tik Tok ads?

Tik tok ads funziona alla stregua di facebook my business e vi permetterà di raggiungere una serie di social app oltre tik tok come TopBuzz, BuzzVideo, NewsRepublic, BaBe, Vigo ed Helo.

È possibile addirittura decidere il placement, ovvero l’app, il luogo virtuale dove far comparire l’annuncio. Si possono scegliere diversi formati ed è possibile creare dei segmenti di pubblico personalizzati per età, geolocalizzazione, sesso etc..

Per iniziare è necessario accedere alla piattaforma tik tok ads a questo indirizzo iscriversi, accedere e cliccare il alto a destra “Create an AD”.

Per ogni annuncio è indispensabile creare una campagna con degli obiettivi specifici, che corrispondo ai risultati che si desidera ottenere.

La distinzione principale in tal senso è fra App Download o Landing Page, con la differenza fra le azioni, scaricare un app o atterrare su una determinata landing page.

Hai già provato tik tok ads?

 

 

Come valorizzare la Brand Identity con il guerrilla marketing

By | marketing & more

Sentiamo questo termine ormai giornalmente, di quanto sia importante sviluppare una Brand Identity vera, sincera, coerente e forte. È davvero così importante?

Cos’è la Brand Identity?

La Brand Identity è un insieme di elementi, ma prima ancora lo studio preliminare e la definizione del concept, che determinano la percezione, l’impatto, e di conseguenza la reputazione di un marchio da parte del suo potenziale pubblico. Gli elementi in oggetto variano a seconda della loro natura e possono essere:

  • grafici nel caso di simboli, logo, colori;
  • comunicativi, quando entrano in gioco il nome stesso, gli slogan, il tone of voice;
  • ma anche sonoro/musicali, nel caso di jingle e canzoni.

L’insieme di questi elementi di riconoscimento, se ben studiato, aiuta il consumatore ad identificare il marchio e a distinguerlo da tutti i competitor. Attenzione, questa percezione è altamente emotiva ed istintiva e da essa dipenderà il gradimento e il futuro di un marchio: la brand identity non è per nulla da sottovalutare, anzi, è l’ingrediente base per il successo del tuo brand.

La brand identity, infatti, riflette l’orientamento e gli obiettivi dell’azienda, oltre che la personalità e i valori del tuo marchio, praticamente parla di te.

Abbiamo tutti bisogno di uno scopo. Qual è quello del tuo brand?

Per distinguersi dalla massa, ogni brand deve avere uno scopo, una visione caratteristica.

Lo scopo di un brand è ambire ad essere la diretta estensione del suo posizionamento, vale a dire riuscire ad incarnare, attraverso prodotti e servizi, i propri valori: è la proposizione tangibile che rende un prodotto/servizio fortemente desiderabile e desiderato. I consumatori di oggi, i prosumer, vogliono connettersi con i brand che abbiano uno scopo più alto e profondo, non solo quello di monetizzare o soddisfare investitori e azionisti.

Importantissimo è definire chiaramente questo obiettivo e fare in modo che sia presente in ogni strato dell’azienda. Quando viene identificato correttamente, lo scopo deve essere utilizzato sia per motivare i collaboratori e fare team building, ma soprattutto per sedurre e conquistare i potenziali clienti.

La risposta a queste domande è il perché bisognerebbe scegliere te tra tutti, non solo perché dichiari di essere il leader di mercato o che il tuo è il miglior servizio in circolazione, ma perché il tuo brand è in grado di offrire quel qualcosa che gli altri non hanno, quel valore che rende il tuo marchio unico.

Cosa fare dopo aver definito brand identity

Dopo aver definito correttamente la tua brand identity, arriva il momento cruciale: quello di farti conoscere nel mondo. Quale modo migliore se non con una bella campagna di guerrilla marketing?

Puoi spaziare da volantinaggio, a stencil, a proiezioni, a stopper, a magneti e palloncini personalizzati… Sei confuso? Contattaci e troveremo insieme il modo migliore per esprimere il tuo marchio e valorizzare la tua Brand identity.

 

guida email marketing

GUIDA ALL’ E-MAIL MARKETING: 4 TRUCCHI CHE DEVI ASSOLUTAMENTE CONOSCERE

By | marketing & more

Cos’è l’email marketing?

Ah l’email marketing… i più credevano che sarebbe morto presto, invece, alla faccia loro, continua ad essere una risorsa indispensabile nella pianificazione strategica di un buon piano di comunicazione. Nello specifico, è un tipo di marketing diretto che usa la posta elettronica (esiste ancora qualcuno che la chiama in questo modo?)  per comunicare messaggi, commerciali e non, al pubblico. Se fatto non massivamente e con criterio, può costituire uno dei fulcri di una buona strategia di inbound marketing.

Gli obiettivi principali sono quelli di implementare l’engagement e le conversioni attraverso l’invio di informazioni. Per ottenere dei risultati, è indispensabile che il messaggio sia interessante, scritto bene, che rispetti insomma un vademecum da non sottovalutare. Altrimenti SPAM e chi si è visto, si è visto.

Altro elemento importante è quello del rapporto costi/risultati: rispetto ad altre strategie, è una soluzione economica e dal potenziale davvero in ascesa. Se ragioniamo per sillogismi, il email marketing può essere considerato una forma di unconventional marketing: ti permette di raggiungere un gran numero di utenti in poco tempo e a costi sostenuti.

Ti svelo i trucchi fondamentali per scrivere delle mail per campagne marketing che colpiscono nel segno:

  • contenuti originali
  • grafiche sexy
  • user experience intuitiva
  • subject accattivanti

CONTENT IS THE KING

Il contenuto originale sta alla base di tutto: se vuoi spaccare nei social network, e più in generale nel web, i tuoi contenuti devono essere interessanti, originali, devono generare curiosità nel lettore. Se riesci ad appassionare chi legge, sei già a metà strada del lavoro: un buon contenuto genera un effetto domino sulle condivisioni. Vale lo stesso nell’email marketing: se il contenuto è rilevante per il destinatario, aumenterà il tempo di permanenza all’interno della mail, le azioni sulla stessa e la possibilità di convertire il lead in un cliente. Non essere prolisso, scrivi in maniera chiara: un copy ideale non supera le 100 parole.

DAI UN PESO ALLE TUE IMMAGINI

Le immagini sono il cibo dei nostri occhi: daresti mai a tuo figlio neonato il cibo spazzatura di un fastfood? O al tuo fidanzato culturista una cena a base di verdurine al vapore? Certamente NO, se vuoi che tuo figlio sopravviva, e il tuo fidanzato lasci sopravvivere te. Bisogna creare il giusto equilibrio nelle immagini avendo cura della gerarchia visiva dei contenuti. Posizionali sempre in base alla loro importanza. Ogni immagine o elemento grafico è sito in una determinata posizione per un motivo strettamente legato al risultato che vuoi ottenere. Vuoi che il lettore vada verso un pulsante? Crea un percorso visivo che lo accompagni naturalmente verso quella scelta.

NON FARE ANNEGARE I TUOI CLIENTI IN UNA BAD USER EXPERIENCE

Non complicare la vita a chi vorrebbe completare un’azione all’interno della mail, ma non riesce per la presenza di troppe informazioni o di un’architettura della ux troppo complicata. Immagina che la mail che hai redatto potrebbe essere letta sì dal nerd smanettone, ma anche dall’anti-tecnologia per eccellenza. La mail, come ogni buon sito internet che si rispetti, deve essere navigabile  Aiuta l’utente con utilizzando un font size adeguato, tu riuscirai a dare un senso maggiore alle varie parti del tuo testo e lui te ne sarà grato!

LA PRIMA IMPRESSIONE E’ QUELLA CHE CONTA 

Forse doveva essere il primo punto, ma credo in te e so che sei arrivato a leggere fino a qui: il subject in una mail è il lavoro più arduo e complicato. Perché ti chiederai. Il problema principale, data l’ingente mole di mail promozionali che si ricevono, è quella di riuscire a catturare l’attenzione del destinatario nell’istante in cui, con gli occhi, nella fiumana di titoli, sta decidendo a quale mail dedicare il suo click. Il titolo della tua mail deve apparire succulento e imperdibile, prova a suscitare in chi legge l’irrefrenabile voglia di scoprire cosa c’è dietro. Usa le emoji, danno colore e differenziano la tua mail, il CAPSLOCK e se riesci dei numeri, ma senza esagerare, potresti ottenere l’effetto opposto e generare confusione.