Unconventional marketing Milano: le 5 campagne che hanno fatto la storia

Unconventional marketing Milano, un’opportunità per generare nuove esperienze, creare valore per il tuo brand e per lasciare tutti a bocca aperta. Spesso questo tipo di campagne fanno molto discutere perché irruenti e forti, ma è indubbio il peso che occupano nei ricordi di chi li ha vissute e commentate.

Dal Sottomarino L1f3 che spacca l’asfalto e emerge in Piazza Cordusio, alla nuvola di Fantozzi in Duomo, ripercorriamo insieme le campagne che hanno fatto impazzire Milanesi e non negli ultimi anni.

Il sottomarino L1F3 che spacca l’asfalto e emerge in Piazza Cordusio

All’inizio, in molti, ma davvero tantissimi, credevano che uno strano incidente avesse permesso ad un sommergibile L1 F3 di sfondare e distruggere il manto della strada e di emergere in piazza Cordusio. Tutto ciò accade qualche anno fa, in una fresca e dal timido sole, mattinata autunnale, fra lavoratori, pendolari, abitanti della zona e turisti, visibilmente terrorizzati. A rendere il tutto ancora più reale, una micro troupe televisiva intervenuta “casualmente” a pochi minuti dal fatto. Il video è rimbalzato sui social network a tempo di record, con una cascata di condivisioni e commenti. La geniale iniziativa è stata pensata della Europe Assistance Italia, compagnia del Gruppo Generali. Lo slogan era: «Tutto può accadere»… direi che ha funzionato.
L’idea dell’agenzia M&C Saatchi era presentare Protectyourlife, una nuova serie di servizi per la protezione della persona nato dalla partnership tra Europe Assistance e Genertel. Non a caso il sottomarino in questione è stato battezzato #L1F3 (Life).

C.S.I. scena del crimine: la storia del povero rinoceronte

Una scena del crimine non lascia mai indifferenti, specie se è a Milano, in Piazza Cadorna e se la vittima è un rinoceronte. Apparentemente sembrava un animale vero, disteso, inerme sull’asfalto, a grandezza naturale, ferito visibilmente al muso. Si trattava in realtà di un modellino di rinoceronte a grandezza naturale, che ha suscitato pareri contrastati, sicuramente una riflessione sulla crudeltà. L’effetto, comunque, è stato ottenuto, perché l’intenzione di chi ha ideato il tutto, il WWF, è stata quella di portare avanti una campagna di sensibilizzazione nei confronti delle terribili stragi di questi animali che avvengono in Africa e in Asia. La ferita sul muso sta a spiegare in maniera diretta come brutalmente avviene la carneficina di questi animali, che vengono uccisi, per diversi motivi, da credenze mistiche a business selvaggio dei bracconieri

 

Vernel Beauty Tram e il relax fra le imbruttite

Una SPA itinerante in centro a Milano… scena di un film o realtà? È successo davvero e in questa campagna di guerrilla marketing c’è il nostro zampino. Abbiamo realizzato una vera e propria spa mobile, che ha accolto centinaia di ospiti. Tutti si sono lasciati coccolare, avvolti dal profumo della nuova linea di prodotti agli olii preziosi firmata Vernel. A bordo del tram erano presenti le nostre specialiste della bellezza: una nail stylist, una make up artist e una massaggiatrice. Numerosi sono stati anche gli incontri con gli esperti di bellezza e salute: cura dei capelli, cura della pelle, esperti della cosmesi e della aromaterapia. Un’iniziativa superlativa di unconventional marketing Milano, abbiamo portato relax e benessere fra il caos della City. Risultato? Le ospiti hanno molto gradito la meravigliosa esperienza del benessere mobile, si sono sentite coccolate e amate. Dovrebbero esserci sempre delle SPA itineranti in giro per la città, sicuramente gli imbruttiti si ammorbidirebbero un po’

 

La nuvola di Fantozzi esiste davvero!

Questa volta un’idea molto semplice, ma riscontrato un grandissimo successo: si sa, è nella semplicità che risiedono i grandi risultati. Forse più per il richiamo all’amatissimo dagli italiani Fantozzi che alle proprietà della scarpa Geox. Chissà… fatto sta che il messaggio è passato chiaro ed è stato compreso e condiviso, ma soprattutto a generato curiosità nei passanti che si trovavano in zona Duomo quel giorno. Arrivata a seguito di una campagna digital, l’attività di guerrilla marketing che ha portato Geox in 3 città europee contemporaneamente (Milano, Amburgo e Vienna) per promuovere la collezione di calzature Amphibiox prodotte con una tecnologia che assicura totale impermeabilità e termoregolazione. L’attività di guerrilla, è stata progettata il concept Non Stop Rain Tested: un tester, costantemente bagnato dalla pioggia prodotta da una nuvola artificiale “portatile”, si è mosso nel centro di Milano mettendo alla prova l’impermeabilità della scarpa e coinvolgendo i passanti nell’esperienza live del test sotto la pioggia incessante. Povero il ragazzo che si è beccato una bella cervicale con tutta quell’acqua addosso. lui, bagnato tutto il giorno,

 

Palazzo di ghiaccio fra fiaba e realtà

Rimaniamo in tema di alterazioni climatiche, lo stato dell’acqua muta da pioggia a ghiaccio: qual è lo spettacolo che ha coinvolto migliaia di Milanesi in Moskova?

Un palazzo completamente ghiacciato in Largo la Foppa, a Milano. Una scena fantastica e irreale, quasi da fiaba se non fosse per smog e bestemmie causa traffico: finestre, davanzali e le stesse pareti dell’edificio congelati e coperti da uno spesso strato di ghiaccio che scende dai piani alti per diversi metri. La facciata ‘polare’ è dello storico palazzo che ospita il locale Radetzky. Le voci sull’accaduto si sono diffuse in zona e sui social network, e quasi tutti credevano che la responsabilità fosse imputabile a uno degli inquilini del palazzo, che dimenticando l’impianto dell’aria condizionata acceso per mesi, ha gelato la facciata del palazzo. Fake news a parte, il palazzo ghiacciato è una guerriglia contro lo spreco di energia, una nuova campagna di M&cSaatchi di grosso impatto che sottolinea l’importanza di evitare gli sprechi simulando, appunto, come un condizionatore acceso per mesi possa ghiacciare la facciata di un palazzo.
Qual è secondo te, la campagna di unconventional marketing a Milano meglio riuscita?